E-COMMERCE

LE 10 CARATTERISTICHE DI OGGI

E-commerce – trend

Da diversi anni gli e-commerce spopolano sul web, soprattutto i marketplace come Amazon, E-bay… Ma anche tante piccole, medie e grandi aziende hanno deciso di investire nel proprio e-commerce. Perchè? A fronte di un cambiamento nel comportamento d’acquisto delle persone e della digitalizzazione, intesa sia come nuova tecnologia sia come cambiamento delle abitudini di questo ultimo anno.

Il trend è questo, in Italia e nel mondo.

Partendo dal presupposto che un’azienda pianifichi e gestisca in modo strategico gli strumenti di comunicazione e gli investimenti pubblicitari nel tempo, vediamo insieme le 10 caratteristiche che deve avere oggi un e-commerce.

1. Intuitivo, facile e mobile friendly

Sembra scontato ma non lo è. Ci sono ancora molti e-commerce che sono macchinosi. Oggi serve ipotizzare e creare un percorso (funnel) che in pochi clic porti l’utente ad acquistare e registrarsi. Ma non solo, anche a navigare il sito con semplicità: “bottoni” e link che portano a delle pagine e non a pagine errore, dando più rilevanza visiva a quelli più importanti. Semplice, intuitivo e soprattutto mobile friendly. Quindi che sia responsive, ovvero che da smartphone sia consultabile in tutto e per tutto. Dalle foto, ai video, alla registrazione, alle condizioni di vendita, che non ci siano scritte troppo piccole e che tutte le funzioni siano attive come da pc.

2. Fotografie e video di qualità

Siamo i sostenitori dell’immagine, non solo per deformazione professionale, ma anche perchè foto e video comunicano effettivamente 7 volte più di mille parole. Quindi sì a contenuti professionali interessanti, eseguiti bene ma mai troppo finti. Oggi l’utente apprezza sempre di più ciò che è vero. Fondamentale: sono necessarie più fotografie per ogni prodotto, che va ripreso da diverse angolazioni. C’è chi sceglie lo sfondo bianco e chi invece ambientato, dipende dal prodotto e dal mood del brand. Sicuramente è una scelta che va fatta fin dall’inizio.

3. Recensioni

Siamo stati abituati dalle grandi piattaforme e app, soprattutto nel campo della ristorazione e hotellerie, a leggere le recensioni di altre persone prima di fare una prenotazione. Oggi gli e-commerce devono avere questa sezione. Si tratta di una referenza, di un inizio di un rapporto di fiducia che “tranquillizza” l’utente interessato. Inoltre sarà capitato anche a voi che l’ennesima recensione positiva vi abbia spinto a fare una prenotazione, quindi ad acquistare. Bingo!

4. FAQ

Domande frequenti in cui è possibile avre info dettagliate. Indispensabili per l’utente e perchè la customer experience sia agevolata e semplice. E’ di aiuto e supporto anche per tutti gli utenti che sccrivono e vommentano sui social. L’azienda può rispindere a determinati commenti insernedo il link al sito, proprio alla pagina faq.

5. Whish List

Agli utenti piacciono tantissimo. E’ molto popolare negli e-commerce di abbigliamento. Dà la possibiltà all’utente di salvare dei prodotti e il vantaggio è quello di poterli conservare per un secondo memento, ricordarli e condividerli. Il vantaggio per l’azienda è quello di fare remarketing e quindi di tracciare i profili e riproporre sui social e sul web la pubblicità del prodotto all’utente.

6. Prodotti correlati

Sono i cosiddetti prodotti simili o affini a quello che gli utenti hanno ricercato e cliccato o scelto. Aiutano l’utente a vedere e conoscere più prodotti offrendogli più possibilità di scelta, ma anche di acquisto. prodotti correlati possono essere simili o crossing. Per simili intendiamo lo stesso prodotto in versioni diverse o simili; per correlati vi facciamo un esempio: il sito vende pentole e oggetti per la cucina e l’utente clicca una pentola specifica e nei prodotti correlati appariranno appoggiapentole, prodotti per la pulizia delle pentole, ecc…

7. Offerte speciali

E’ opportuno creare una sezione apposita sul sito per le offerte ed utilizzare tutti gli strumenti di marketing promozionale per comunciarle agli utenti: mail-marketing con news, social, messaggi. quando ci sono le offerte gli utenti sono ancora più propensi a comprare di più e a rimanere più tempo sul sito.

8. Pagamenti

Offrire più opzioni possibili di pagamento, anche quelle più evolute, quindi intendiamo criptovalute. Saranno sempre di più gli e-commerce che avranno come opzione questo tipo di pagamento. Importante è anche far fare meno click possibili agli utenti per arrivare all’acquisto, e meno campi si compilano meglio è.

9. Consegna e reso 

Le informazioni sulla logistica (consegna e resi) sono importantissime. La trasparenza delle condizioni e il rispetto dei tempi di consegna è molto apprezzato dai clienti e può diventare, viceversa, una nota dolente per quelle aziende che invece non hanno come punto di forza questo aspetto. Uno a caso: oggi Amazon punta tutto sulla logistica. Consegne rapide e con centri di appoggio capillarmente distribuiti sul territorio. Il consiglio alla base di tutto è organizzarsi con corrieri puntuali e fornire sul sito le informazioni sulle tempistiche, l’elenco delle nazioni e delle province dove si consegna e le condizioni di reso. La consegna gratuita attira molto gli utenti, quindi fate i vostri calcoli.

10. Sicurezza e contatti

Ogni e-commerce deve essere strutturato in sicurezza e quindi essere dotato di alcuni elementi e documenti:

  • certificato ssl: ai siti che non ce l’hanno, comparirà in alto a sinistra la dicitura “Non sicuro” prima del www. E’ il famoso “https”, ormai un must.
  •  privacy e cookie policy: obbligatorie di legge
  • Condizioni di navigazione e di vendita: obbligatorie per legge
  • Contatti: sempre presenti nel footer (in basso al sito) e in una pagina specifica

________________

Il nostro team è in grado di supportare tutte le aziende nella strategia e nella realizzazione dei vari strumenti necessari per potersi presentare sul mercato, soprattutto quello digitale.

Per informazioni e preventivi, puoi contattarci:

  • 339.4459879
  • giada@giadacommunication.com